Home
Rinegoziazione Mutuo Fondazione Enpam PDF Stampa E-mail

Nel corso della seduta consiliare del 16 Dicembre, il Consiglio OMCeO Forlì-Cesena ha deliberato di accettare la proposta del Direttivo di rinegoziare il Mutuo in essere con la Fondazione Enpam (legato all’ acquisto della nuova sede). La operazione trasformerà il “debito di onore” in corso, su cui gravava un interesse del 5% annuo, in un mutuo ipotecario al 3,05% annuo fino al 2031. Al termine di tutta l’operazione, il risparmio per la istituzione sarà di oltre 92.000 euro in totale, pari a circa 7,000 euro in meno di ratei all’anno.

 
Nuovi albi per osteopati e chiropratici? Il Conaps dice no PDF Stampa E-mail

(da Doctor33)   Chiropratici e osteopati non hanno titoli per essere riconosciuti come professionisti sanitari: è questa la posizione del Coordinamento nazionale associazioni professioni sanitarie (Conaps) riguardo un tema su cui le polemiche sono particolarmente accese in questi ultimi giorni. 

Leggi tutto...
 
L'Ordine dei Medici e Odontoiatri di Forlì-Cesena tutela la libertà prescrittiva dei colleghi PDF Stampa E-mail
Approfittando di una comunicazione della Ausl Unica Romagna ad un collega, questo Ordine ha risposto al Dipartimento Cure Primarie facendo notare che lettere di richiamo del tenore di quelle abitualmente in uso non sono corrette dal punto di vista deontologico, e che, pur nel rispetto degli obbiettivi del contenimento della spesa farmaceutica, il primo obbiettivo professionale di qualsiasi medico è la cura ottimale del paziente che ha di fronte. Questo è ciò che vogliamo e sarà sempre quello che chiederemo ad ogni iscritto del nostro Ordine.
Leggi la lettera al Dott. Stefano Boni a questo LINK
 
"Ebola": il nuovo corso Fad della FNOMCeO PDF Stampa E-mail
Continua
 
Salviamo la formazione medica PDF Stampa E-mail

Nel corso dei lavori del Consiglio Nazionale FNOMCeO svoltosi a Roma il 5 e 6 dicembre u.s. è stato approvato all'unanimità una mozione del Consiglio Nazionale riguardo le problematiche della formazione medica.

Leggi la mozione

 
Vaccino antiinfluenzale sotto tiro, la campagna vaccinale si sta bloccando PDF Stampa E-mail

Per fortuna la campagna vaccinale nella nostra provincia era già partita da quasi tre settimane. Così almeno circa 3/4 dei pazienti a rischio sono stati immunizzati. Ma la becera offensiva mediatica partita a testa bassa dopo che l’ Aifa ha deciso il ritiro di due lotti di vaccino “Fluad” per alcune morti sospette ha seriamente minato le certezze e la fiducia del paziente medio. A nulla vale che Luca Pani, Direttore Generale dell’Aifa, dichiari che “ad oggi non c’è nessuna relazione diretta tra la vaccinazione e l’evento”, invitando quindi la popolazione alla calma, perché “la fobia conta molto in questo momento”. Ed è di ieri la notizia che “I due lotti di vaccini Fluad sospettati di aver causato diversi decessi e sospesi dall'Aifa sono in linea con la qualità richiesta e con i requisiti di legge”, come dichiarato dal commissario dell'Istituto superiore di sanità Walter Ricciardi    

Leggi tutto...
 
Medico scagionato per la morte di un paziente, l'ospedale non era idoneo PDF Stampa E-mail

Se una struttura ospedaliera è carente nei mezzi e mal distribuita il medico non risponde per la morte del paziente anche ove vi fossero potenziali “pecche” nel suo comportamento. Ha risvolti importanti la sentenza della Corte di cassazione numero 46336, depositata il 12 novembre scorso, che chiama in causa solo l’ospedale: in questo caso, una grande struttura a padiglioni con due pronti soccorso, e un paziente che si reca nel Ps ortopedico per una frattura. L’infermiere gli assegna un codice verde in sede di triage, ma al medico di Pronto soccorso ortopedico il paziente riferisce dolori all’addome. Il medico non può accertarne l’origine perché non c’è un ecografo e deve dirottare al Pronto soccorso generale.

Leggi tutto...
 
Cassazione, rifiuto di atti d'ufficio se il medico non ricovera PDF Stampa E-mail

Con sentenza del 5 novembre 2014, n. 45844 la sesta sezione della Corte di Cassazione precisa in termini sufficientemente rigorosi i presupposti per punire il medico a titolo di rifiuto di atti d'ufficio. In buona sostanza sono due i requisiti necessari: anzitutto, la sussistenza di una situazione di urgenza effettiva e reale che deve far ritenere indifferibile l'intervento del medico, situazione che di per sé attualizza il dovere di agire non essendo necessaria un'esplicita richiesta; in secondo luogo, il medico deve rifiutarsi di compiere l'attività fondamentale di accertamento delle condizioni fisiche, vale a dire nella sostanza di compiere la stessa visita finalizzata alla preliminare diagnosi. Per la Cassazione il medico è obbligato al ricovero.

Ecco il caso: Un medico del reparto di pronto soccorso rifiuta di visitare il paziente e di redigere il verbale di consulenza chirurgica necessario per il ricovero, sostenendo che il paziente fosse giunto nella struttura solo per eseguire la TAC, con la conseguenza che, secondo il protocollo operativo, egli sarebbe dovuto rientrare nell'ospedale di provenienza, e solo all'esito di una ulteriore richiesta da parte di tale presidio sanitario, avrebbe potuto essere ricoverato presso il proprio ospedale: si configura il reato di omissione di atti d’ufficio?

Leggi tutto...
 
Campionato Italiano Ciclismo Gran Fondo per Medici ed Odontoiatri PDF Stampa E-mail
In collaborazione con la Sportur di Cervia e con il Fantini Club, lo scrivente OMCeO Forlì-Cesena organizza il primo Campionato Italiano Ciclismo Gran Fondo per Medici ed Odontoiatri.
Tutti gli iscritti agli albi dei medici e degli odontoiatri sono invitati a  raggiungere la nostra Romagna il 12 Aprile 2015 ed a competere in una speciale classifica a loro dedicata.
Leggi tutto...
 
Risultati elezioni triennio 2015-2017 Ordine Medici Forlì-Cesena PDF Stampa E-mail
Al termine dello spoglio eseguito in data 25-11-14, comunichiamo i nomi dei colleghi eletti per il triennio 2015-17, rispettivamente per Consiglio Direttivo, Commissione Albo Odontoiatri e Collegio dei Revisori dei Conti
 
avviso pubblicazione nota Regione Emilia-Romagna sui certificati per l’attività sportiva non agonistica PDF Stampa E-mail
Si comunica che al seguente link è pubblicata la nota PG/2014/415880 del 6.11.u.s., relativa alle indicazioni della Regione Emilia-Romagna in ordine alle richieste ed al rilascio dei certificati medici per l’attività non agonistica (reperibile anche a questo link ).
alla nota regionale è allegato il fac simile di richiesta per il rilascio del “Libretto sanitario dello sportivo” per la pratica di attività sportive non agonistiche.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 29

Richiesta di aggiornamento dati

Al fine di offrire un servizio sempre più efficiente agli Iscritti ed ottimizzare i processi comunicativi tra Ordine e sanitario, si richiede cortesemente di inviare:

  1. numero di telefono cellulare
  2. numero di rete fissa (studio e/o abitazione)
  3. indirizzo e-mail
  4. indirizzo PEC (qualora non corrisponda a quella fornita in convenzione con l'Ordine)
  5. eventuali variazioni di indirizzo di residenza e/o domicilio
Tali dati devono essere inviati in forma scritta nelle seguenti modalità:
  • via e-mail a: info@ordinemedicifc.it
  • via PEC a: segreteria.fc@pec.omceo.it
  • via fax al numero: 054327157 (attivo in orario di apertura della Segreteria)
  • per posta ordinaria
  • per presentazione diretta alla Segreteria (lun-merc-ven 9.00-14.00 e mart-giov 9.00-14.00 15.30-18.30)

Si ricorda che l'indirizzo PEC è obbligatorio per l'art. 16, co 7 e 7-bis, del D.L.29/11/2008 n.185 convertito con modificazioni nella L. 28/1/2009 n.2.; inoltre la L. 17/12/2012 n.221 ha istituito l'INI-PEC, un elenco pubblico denominato Indice Nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e dei professionisti presso il Ministero per lo sviluppo economico.


CHIUDI