IRIDEWEB, PER ACCEDERE AL TUO ORDINE CON UN CLICK

E’ operativo sul portale dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Forlì-Cesena la procedura IRIDEWEB, acquistata con i fondi del PNRR.

Questo sotto programma, disponibile al link https://omceofc.irideweb.it/ facilita enormemente l’accesso alle prestazioni di segreteria più comuni, perché  tramite accesso via SPID o CIE dell’iscritto permette di scaricare e stampare il certificato di iscrizione all’ordine, scaricare e stampare l’autocertificazione di iscrizione all’Ordine (per enti pubblici), stampare la dichiarazione di pagamento della quota di iscrizione e dal prossimo anno permetterà anche la stampa del duplicato del bollettino di pagamento dell’Ordine.

Quanto ai colleghi neo laureati, attraverso IRIDEWEB sarà possibile fare la prima iscrizione all’Ordine direttamente on line.  Il sistema è in fase di ulteriore implementazione, per esempio in futuro i medici iscritti potranno fare la domanda di trasferimento verso il nostro ordine sempre on line.

Gli iscritti potranno anche modificare l’indirizzo di residenza, numero di telefono e la propria email non pec.

Inoltre è attiva la ricerca medici pubblica per chi cerca un medico iscritto al nostro Ordine.

Richiesta di collaborazione da parte della Università di Torino sull’uso di tecnologie digitali

Come da lettera allegata, scrivo per chiedere la Vostra preziosa collaborazione nella diffusione ai Vostri iscritti di un questionario, al fine di coinvolgere il più ampio numero di medici in un progetto di ricerca dell’Università degli Studi di Torino.

Il progetto, da me coordinato, ha come obiettivo quello di indagare il livello di utilizzo delle tecnologie digitali tra i medici, e l’impatto di queste tecnologie sulla vita lavorativa e privata.
L’adesione dei professionisti è totalmente anonima, e lo studio prevede soltanto la compilazione di un questionario della durata di circa 10 minuti, disponibile al seguente link:

https://www.uniquest.unito.it/index.php/449669?lang=it

Ringraziando per il tempo dedicatoci, e rimanendo a disposizione per ulteriori informazioni o chiarimenti

porgo distinti saluti

 

Giacomo Scaioli

Medico Chirurgo – Specialista in Igiene e Medicina Preventiva Ricercatore in Igiene Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche

Assistant Professor in Hygiene and Public Health Department of Public Health Sciences and PediatricsUniversity of Torino, Torino, Italy via Santena 5 bis  10126 Torino

Tel. 011-6705836

Fax 011-6705889

webex: unito.webex.com/meet/giacomo.scaioli

 

Università di Torino questionario CO.DI.C.e.

Disforia di genere: Ministero, per tutti visita neuropsichiatrica

(da AGI)  Undici rilievi o “azioni di miglioramento” indicati dal Ministero della Salute nella relazione inviata alla Regione Toscana che riguarda il centro per la disforia di genere all’ospedale fiorentino di Careggi. Tra questi, la necessità di “prevedere che tutti i casi senza eccezione siano visitati dal neuropsichiatra infantile”, e di “produrre con urgenza procedure dettagliate per diagnosi e presa in carico dei soggetti con disforia di genere”.  Altra indicazione contenuta nella relazione è che sia inserita “regolare valutazione del neuropsichiatra infantile in tutti gli adolescenti ai fini della prescrivibilità e rimborsabilità della triptorelina”.

Secondo quanto evidenziato nella relazione, il Centro ha dato un’interpretazione sbagliata dei criteri Aifa relativi all’impiego della triptorelina e “alcuni casi trattati con triptorelina, dunque, sarebbero stati oggetto soltanto di trattamento psicologico e psicoterapeutico”, “pertanto, si rileva che il percorso assistenziale e diagnostico messo in atto presso la SOD in questione non prevede l’obbligatorietà di dimostrare la mancata efficacia dell’assistenza psichiatrica per poter accedere al trattamento con triptorelina”.

1 2 3 4 5 210